Macrolophus pygmaeus predatore di aleurodidi e Tuta absoluta

Macrolophus pygmaeus è un miride predatore di aleurodidi molto diffuso nel bacino del Mediterraneo. Tutti gli stadi sono molto mobili e possono predare entrambe le specie di mosche bianche: Trialeurodes vaporariorum e Bemisia tabaci; tutte le forme degli aleurodidi (uova, neanidi, adulti), costituiscono una buona fonte di cibo per questo predatore. Gli adulti hanno una colorazione verde chiara con il primo segmento dell'antenna nero, mentre le forme giovanili sono di colore verde omogeneo e con caratteristici occhi rossi. Il ciclo da uovo ad adulto in condizioni ideali, circa 25°C, dura anche meno di un mese, ma si allunga abbastanza in condizioni climatiche più sfavorevoli. Durante il ciclo, si succedono 5 stadi giovanili tutti attivi predatori come gli adulti. Macrolophus pygmaeus è in grado di sfruttare anche altre fonti di cibo come afidi, acari, larve di agromizidi ed uova di lepidotteri, tutte di grande importanza per un buon insediamento sulla coltura anche in assenza di mosca bianca.

MIRIPAK deve essere introdotto precocemente, anche se la presenza di aleurodidi è minima, in modo da anticipare il più possibile il suo sviluppo nella coltura. Per questo scopo, lanci ripetuti con piccole quantità a partire dall'inizio della coltivazione sono i più indicati. Le quantità totali utilizzate variano generalmente da 1 a 3 individui per m2.

Featured Image